+39 051 914255 - +39 3402503492

Acquisto della Terra di donne

Raccolta di fondi per comprare LA PORTA TERRA DI DONNE

Care amiche, compagne, socie, donne e lesbiche in cammino, che avete trovato un po’ della vostra terra in questo luogo di incontro, di guarigione, di crescita e di creazione che è La Porta :

ci rivolgiamo a voi oggi perchè stiamo cominciando una campagna di raccolta fondi per comprare questa terra, con la casa, il fienile e 20 ettari di bosco intorno. Alcune sanno che questo progetto di acquisto è in cantiere da tanti anni, ma fino ad ora non si è potuto realizzare perchè il prezzo che veniva richesto dalla proprietà era molto superiore al valore della terra.

In questi ultimi due mesi invece la situazione è cambiata, le condizioni di salute dell’anziana signora che è la proprietaria sono peggiorate e ha ricevuto anche un’offerta di acquisto da parte di un cacciatore intenzionato a utilizzare il fienile come luogo di allevamento di cani da caccia.

Per queste ragioni ora la richiesta economica è addirittura dimezzata rispetto alle pretese degli ultimi anni e ammonta a 80.000 euro, quindi ci sembra essere venuto il momento di mettere insieme le risorse non solo economiche che ognuna di noi possiede e farle convergere affinché sia possibile l’acquisto di questa terra con lo strumento del dono e non del debito.

Non vogliamo muoverci a partire dalla paura e dalla minaccia, ma al contrario ribaltare questa situazione e trasformarla in un motore di solidarietà e attenzione verso questo luogo che è attivo dal 1998 come terra dedicata alle donne, affinché possa essere finalmente svincolato dalla proprietà patriarcale e dalla mentalità di sfruttamento degli animali, della terra e del bosco, realizzando quello che da sempre è l’obettivo principale di questo progetto, ossia la sua autonomia e autenticità.

Da quando l’associazione ha cominciato ad organizzare eventi aperti a tutte le donne nel 2006, le presenze sono state centinaia e abbiamo sperimentato la bellezza e la magia di un luogo « antico » e profondamente radicato in ogni donna, a livello cosciente o incosciente, come desiderio collettivo. Possiamo definirlo come un lungo percorso di liberazione dalle strutture patriarcali, di guarigione da ferite profonde che ci impediscono di accedere a un piano di vita più autentico e infinitamente più ricco. La Porta è un luogo che da 20 anni accoglie le donne e lesbiche che sono alla ricerca di sé stesse e di relazioni sane, attraverso le arti, gli incontri, i lavori individuali e di gruppo, i laboratori, i corsi e i seminari, momenti che ci hanno permesso di crescere e di maturare una coscienza della nostra unicità e del nostro valore.

Sul nostro sito potete approfondire lo spirito del nostro progetto, delle attività che vi svolgiamo e del territorio in cui è immersa questa terra : www.la-porta.it

Il lavoro che facciamo è un continuo work in progress, ma questo « salto » che siamo chiamate a fare ora potrà permetterci una stabilità e una solidità che non è stata possibile fino a questo momento. Potremo ristrutturare spazi come il fienile per renderli disponibili alle attività, rimettere a posto la strada, istallare fonti rinnovabili di energia e proteggere il bosco dalle attività di caccia, facendolo diventare una riserva.

La nuova Porta sarà quindi un potenziamento di tutto il lavoro politico, culturale e spirituale che fino adesso vi è stato svolto, sperimentato e vissuto e potrà accogliere e organizzare attività olistiche e culturali ampliando e consolidando la sua base per potersi elevare e crescere, raggiungendo un numero sempre maggiore di donne che sono alla ricerca di spazi come il nostro, sempre più rari in Europa.

Per questo vi chiediamo di contribuire con il dono che ognuna di voi si sentirà di fare a questo progetto, perché crediamo fermamente che l’energia del dono sia capace di invertire la tendenza alla mancanza e alla precarietà economica su cui si basano i ricatti dell’economia neoliberale e capitalista.

Il dono oltre ad essere economico, potrà essere anche un regalo del vostro tempo per far circolare l’informazione nella rete di persone che conoscete e che potrebbero eventualmente essere interessate a contribuire. Sarà molto più facile raccogliere la somma necessaria all’acquisto se la base di persone che donano sarà grande. Sono benvenute anche le idee e i suggerimenti di ognuna di voi e ogni genere di risorse che vogliate mettere a disposizione e che potete trasmetterci personalmente o via mail e telefono. Siamo disponibili anche a fare presentazioni del progetto presso associazioni o collettivi che conoscete, di persona o anche via Skype.

Per far partire velocemente la raccolta fondi abbiamo pensato di creare una colletta tra le persone che conoscono il luogo e che ci conoscono, attivando anche la loro rete, perché nelle piattaforme del crowfounding del web vengono richieste quote per l’assistenza alla presentazione del progetto e percentuali ad ogni donazione, ed è necessario creare un video ad oc che per il momento non abbiamo. Crediamo comunque che già con il contributo delle nostra rete creata negli anni e delle persone che ci sono vicine possiamo raggiungere una cifra ben importante.

Per garantire la trasparenza del dono e tenervi informate dell’andamento della raccolta fondi e del processo di acquisto manderemo regolarmente gli screenshot del conto ad ogni persona che dona e mail informative con piccoli video fatti da noi sull’andamento del progetto e della situazione.

Potete mandare il vostro dono tramite bonifico bancario a questo conto corrente :

Ana Maria Meloni
IBAN IT17E0347501605CC0010563957
Conto 563957
CAB 01605
ABI 03475
BIC INGBITD1

scrivendo come causale DONO per il progetto di acquisto della Terra di Donne e inviandoci la vostra mail di riferimento dove poter essere contattate e aggiornate.

Ringraziandovi per la vostra presenza, attenzione e disponibilità, vi mandiamo il messaggio, che ci è arrivato da Madre Terra.

« Ti chiamo perchè puoi rispondere, ora sei pronta a raccogliere il frutto di tanti anni di lavoro e di semine di intenti. Ora la tua terra ti sorride e ti canta un canto di amore e appartenenza che ha il colore dei fiori. Non ti affannare perchè ogni tuo dono sarà accolto nella pace e rilasciato tra le mani della terra perché possa fiorire. Il tuo corpo è il regalo che hai ricevuto, così ora ti chiamo a partecipare a regalare un grande corpo che è una terra sacra, una terra da cui provieni e che cambierà il tuo nome. Svegliati, non ottenebrarti nel dubbio perchè ora il tempo è giusto per te, per collegarti a un disegno che tu stessa hai creato e hai cercato. Ricevi abbondanza regalando il tuo presente al fiore che si sta aprendo in te. Ricevi amore dando amore perché non puoi perdere qualcosa che non hai. Smetti di sentirti sola perché non c’è un solo istante in cui io non senta l’acqua che ti circola e ti cambia, l’acqua delle figlie della terra. E quando risponderai alla mia chiamata veglierò sui tuoi lunghi passi verso il cielo, e insieme potremo celebrare il fuoco che mai ci ha separate. Io ti chiamo figlia della terra perché tu possa reintegrarmi insieme al Cielo, se le tue radici saranno di nuovo fertili, potrò seminare molte stelle nel tuo cuore e insieme a te cambiare il corso degli eventi, fino a liberarti dai tuoi aguzzini e spingerti oltre le colonne di quello che pensi di sapere. Io ti chiamo perché sei pronta a sognare e a seminare le scintille che hai tenuto da parte, e innaffiarle con l’acqua della tua fiducia. Ti chiamo perché ora tu mi puoi rispondere e partecipare al disegno più grande che si sta creando nel mondo invisibile e che ancora non puoi immaginare, un disegno in cui tu sei creatrice e nulla di ciò che ti appartiene ti potrà più essere portato via. Questa è una semina di abbondanza per ognuna di Voi»